Cercando la gioia….

 

 

Mia cara, vogliamo parlare di tutte quelle volte in cui hai deciso e continui  a decidere che la tua gioia personale possa trovarsi solo in alcuni luoghi, solo in alcune situazioni, solo con alcune persone, solo con alcune condizioni? Se continui a pensarla cosi, ti perdi tante tante occasioni di gioia, non parlo di quella gioia istantanea e immediata che è facilmente riconoscibile, e che sembra la gioia più forte più bella del mondo, (ognuno definisce gioia più bella qualcosa o qualcuno o una situazione), ma anche di quella gioia nascosta e spesso inaspettata: mi spiego meglio: nella concezione del mondo, la gioia può esserci solo in alcuni ambiti e condizioni … così almeno sembra. E soprattutto sembra ancora strano che la gioia possa convivere a volte anche contemporaneamente anche con dolore o fatica.

Eppure voglio aiutarti a ricordare quante volte hai già sperimentato questa realtà della gioia: tutte quelle volte, e sono state tante, in cui quando hai deciso di vivere e “attraversare” una situazione o uno stato d’animo o un dolore decidendo di fare una specie di “caccia al tesoro” con amore, ti sei accorta e hai sperimentato, e a volte solo intuito, che c’era qualcos’altro in quella situazione.

E che a volte il dolore che conviveva con quella misteriosa gioia non spariva, non se ne andava,  ma faceva intravedere qualcos’altro.

E riuscivi a intravedere qualcos’altro solo quando decidevi di dare a Qualcun altro quel dolore che avevi davanti a una situazione difficile, anche difficilissima.

Pensa, mia cara Franci, sei sicura di esserci riuscita solo tu con le tue capacità e forze? No, da soli si tende a cercare la gioia solo in alcuni posti e situazioni. E certo non dove c’è dolore e fatica.

Eppure … eppure è possibile. Tante volte ti ho vista cercare la gioia a tutti i costi, a volte anche con tensione, stanca di periodi di forte dolore, di apparente “buio” spirituale … ti ho vista pretendere la gioia, anche a costo di rimproverare qualcuno che secondo te “doveva” darti gioia, ti ho vista distrarti per cercare gioia in distrazioni che non ti hanno dato quella gioia, ma amarezza e dolore

… ma ti ho anche vista chiedere a Dio di indicarti la strada quando la avevi persa o cosi ti sembrava, ti ho vista a volte credere anche davanti all’apparente silenzio di Dio di fronte alle tue richieste, ti ho vista spesso supplicare o implorare Dio, ti ho vista affrontare dolori immensi e prove immense ma a volte con una “strana” serenità, che non dipendeva da te, se fosse stato per te anzi ti saresti solo scoraggiata, ma che intuivi che dipendeva da Qualcun altro, Qualcun altro di cui ti sei fidata … e, lo so, tutte le volte che ti sei fidata di Dio, anche nel buio, Lui non ti ha mai delusa.

Non ti ha “spiegato” quasi mai  “perché” quel dolore, quella morte, quel problema, ma ti è stato davvero accanto: so che hai sperimentato la Sua Gioia anche in situazioni molto difficili  dolorose, non sempre, non ogni momento, ma di fondo si.

Ricorda a te stessa come hai potuto intuire e a volte sperimentare proprio quella Gioia anche contemporaneamente a grandissimi dolori: in quei momenti ti sei lasciata “scombinare” da Dio …. quante volte succedevano cose che non era giusto e logico che succedessero, e alcune volte hai scelto di buttarti tra le Sue Braccia con fiducia anche se non capivi, anche se il tuo cuore e la tua mente si ribellavano a quei dolori imprevisti problemi e fatiche, anche se avevi paura di cosa succedeva nella tua vita,

ma … dimmi la verità, tra me e te… in quei momenti, soprattutto nei momenti più duri come la morte e le malattie dei tuoi genitori, tu hai sperimentato ….il Suo Abbraccio, il Suo Amore fortissimo, vero? Si, lo so.

E quando ti sei scoraggiata, quando ti sei sentita sola e non amata da Dio, in realtà eri tu che ti allontanavi da Lui, cercando la tua gioia nei modi e tempi e situazioni che volevi tu.

Solo quando ti sei fidata e ti fidi di Lui riesci a vivere una situazione anche difficile in un altro modo, nel misterioso modo del convivere della gioia con il dolore, della pace con la poca serenità, è un mistero come sia possibile, ma è un fatto reale.

Questo però, ricordalo sempre, può farlo solo Dio.

Il mondo invece ti dice di fuggire ed evitare tutto ciò che è fatica, tutto ciò che può portare anche dolore: ma se segui questo tipo di ricerca di gioia e felicità rischi di iniziare a rifiutare tante situazioni: per esempio inizi a rifiutar di andare a trovare chi è malato o soffre, perché umanamente sei convinta a volte che dove c’è una persona che soffre c’è solo un dolore da evitare. Ma cosi quante occasioni di amore ti perdi! E dove si mette amore prima o poi un barlume di gioia o una certa pace sono evidenti o si intuiscono.

Scegli con cura sempre cosa scegliere, come agire, cosa fare e cosa non fare: e soprattutto se fai solo calcoli per cercare di evitare il dolore la fatica, difficilmente troverai la gioia, perché la gioia a volte o spesso convive con fatiche e dolori.

Scegli in quali mani vuoi mettere la tua gioia e il senso della tua vita: nelle mani tue o  di un essere umano? Se metti lì la tua gioia alla prima delusione ti scoraggi grandemente.

Nelle situazioni senza problemi? Ma quali sono le situazioni senza problemi? Tutto è mischiato, spesso,  e tu a volte rifiuti questo “non chiaro”, questa “confusione”, questo “misto” che convive di gioia e dolore, problemi e opportunità, pace e non pace, questa “imprecisione” che porta ad uno scombinamento spirituale ….

Solo una Persona può darci gioia piena anche nelle difficoltà; Dio.  perché è Lui che dà gioia piena, nessun altro.

Non cercare  la gioia precisa in situazioni ed eventi precisi, rimarresti delusa e amareggiata, non cercare la gioia in una attenzione da parte degli altri, rischi di fare o non fare le cose dipendendo dal giudizio degli altri e dalle loro attenzioni o non attenzioni e complimenti o incoraggiamenti. Non cercarla nei tuoi stati d’animo, non ti danno la verità e la solidità che cerchi. Non rendere idoli un tuo progetto od obiettivo, una tua emozione, non rendere idoli persone o cose,

ma cerca Lui, lasciati amare e “scombinare” da Lui e dal Suo Amore: Lui non vuole farti male, non vuole schiacciarti o toglierti la possibilità di una vera gioia, Lui non vuole annullarti, ma restituirti a te stessa. Solo Lui lo sa fare. Fidati di Lui. Lui ti ama davvero, sempre. Lui è la vera tua Gioia ….

 

Articoli correlati