Il tuo sorriso

Il tuo sorriso, è importante, prezioso, unico, speciale.

Solo tu sorridi in quel modo unico, solo tu sorridi così.

E questo è vero per il sorriso di ogni persona, unica e preziosa.

Il tuo sorriso può donare accoglienza,  interesse per gli altri, empatia,  può contribuire a creare un clima, tra le persone, e in un ambiente, più bello e sereno.

Il tuo sorriso è un dono importante anche per colui/colei che sembra non voler sorridere mai, che ti guarda. o non ti guarda,  e si comporta con un viso poco solare, con chiusura e apparente indifferenza.

Non far dipendere il tuo sorriso da se e come ti sorridono gli altri.

Dona tu il tuo sorriso.

Ma il sorriso per essere sincero, caloroso, solare, per essere un sorriso che dona amore e gioia, vicinanza, deve partire dal tuo cuore e dai tuoi pensieri, da cosa scegli nel tuo cuore: finché continui a pensare male di qualcuno, a giudicarlo dentro te, finché metti la tua serenità e la tua  possibilità di sicurezza solo in te stesso e nelle tue forze o nei tuoi  stati d’animo, finché ti senti il buono delle situazioni e incolpi gli altri e aspetti prima di essere amato, capito, visto, cercato, allora sorriderai poco e non sorriderai anche a chi a volte ti fa dispiacere o non ti apprezza come vorresti.

 

Il tuo sorriso è efficace, arriva davvero agli altri se non lo fai dipendere da come gli altri si comportano con te. Da cosa ti danno o non ti danno.

 

Il tuo sorriso è bello e vero, efficace, se coltivi la tua  libertà interiore, la tua sempre presente  presente possibilità di amare senza condizioni, senza “se” e senza “ma”.

Il tuo sorriso può dire tante cose, può esprimere tanto affetto, vicinanza, comprensione, incoraggiamento, e tanto tanto altro.

Come fare per sorridere di cuore, davvero, anche  a chi non ti sorride o sembra ignorarti?

Inizia a parlare dentro te,  con te stesso, di quella persona e di quella situazione in un modo diverso: non per avviare un distruttivo e scoraggiante  rimuginamento, ma per guardare con sincerità ed umiltà ciò che stai sentendo, pensando e vivendo nel tuo cuore verso l’altro, verso una situazione, e per scegliere di cambiare il tuo modo di vedere, interpretare, comprendere.

Per avviare un vero costruttivo dialogo con te stesso, hai bisogno di un Interlocutore che non ti giudica, che ti conosce molto più di te stesso, che ti accoglie molto più di quanto tu accogli e accetti te stesso e gli altri in alcuni periodi o momenti. Hai bisogno di un “Tu” che ti ama, e che ha la voglia e possibilità di cambiare il tuo modo di guardare, pensare, parlare, e…sorridere. Quel “Tu” è Dio, un Padre che ti ama immensamente, molto, molto più di quanto credi, e ti ama anche quando tu sei convinto di non meritarlo o di essere troppo arido, scoraggiato,  arrabbiato  o chiuso a Lui.

Parla con Lui, chiediGli di pensare in un modo diverso sulle persone e le situazioni, chiediGli la Luce. la fede e l’Amore  che Lui, che ti ama,  non vede l’ora di darti per dare calore emotivo e amare gli altri e te stesso, chiediGli di risplendere con quel sorriso tuo unico che hai nel tuo cuore, anche quando fai di tutto per nasconderlo, e che puoi sempre donare per amare, e non per difenderti o per motivi diversi dall’amare.

Il tuo sorriso è un talento che hai, perché te lo ha donato Lui, Dio, e che si estende e può partire non solo dalla tua espressione facciale e dal tuo viso, ma che può essere donato e vissuto anche in tutto ciò che sei e che fai: c’è infatti una immensa differenza tra il dire parole buie e nervose, giudicanti,  che sembrano proiettili per ferire, o dire parole luminose che anche quando  correggono correggono con empatia e  amore, c’è una immensa differenza tra  il fare qualcosa, per te stesso e per gli altri, anche molto concreta, con un atteggiamento buio, scoraggiato, arrabbiato, che rivendica e accusa, anche solo dentro sé, e il fare  invece le cose, anche quelle faticose e difficili, con uno sguardo di fede in Colui che ti ama e ti aiuta, con una tua scelta di mettere luce, pazienza, fiducia, coraggio, e il tuo ricominciare ogni momento in cui cadi o vuoi solo chiuderti e vendicarti o scoraggiarti.

Solo l’amore costruisce, nient’altro, tutto il resto che non è amore anche se sul momento sembra dare sicurezza, gioia, “vincita” e “potere”, in realtà ti fa perdere, e ti fa del male.

E quando sei triste, addolorato, e non ce la fai a trovare motivi per sorridere ancora, ritorna sempre da Lui, da Dio, consegna e riconsegna a Lui il tuo dolore, la tua tristezza e scoraggiamento, chiediGli di portare frutto per gli altri anche mentre vivi una sofferenza: anche questo è uno scegliere la parte sorridente della tua vita, perché è la parte che decide che anche nel dolore si può amare e ricominciare ad amare, anche quando si soffre.

 

E quando qualcuno ti sorride, accogli, apprezza, gioisci, dona all’altro la tua gioia anche esplicitamente  nel sentirti guardato, nel dono del suo prezioso e unico sorriso per te.  E attiverete indirettamente entrambi un circolo di amore e sorriso che farà bene anche a tante altre persone.

 

 

 

Articoli correlati